Accettare il presente

coffee, espresso, latte-3759005.jpg

Comprendere l’importanza delle piccole cose

Se un giorno qualcuno arrivasse e dicesse che con un battito di ciglia il presente, ciò che stiamo vivendo, può essere cambiato, senza far fatica, senza un percorso a volte doloroso, basta solo con un click.

Di corsa diremmo “magari!”: pensandoci bene, ricordando altri momenti più o meno intesti e poi superati, diveniamo consapevoli che nulla accade per caso e il passaggio da un’esperienza all’altra coinvolge una nostra partecipe consapevolezza.

Quindi niente click, altrimenti i risultati raggiunti non verrebbero apprezzati e il nostro livello evolutivo non crescerebbe con l’esperienza consapevole.

Ciò che siamo oggi deriva dai nostri pensieri di ieri e i nostri pensieri attuali costruiscono la nostra vita di domani: la nostra vita è la creazione della nostra mente.“(Buddha)

Noi che abbiamo la curiosità di esplorare e di conoscere, sappiamo che la mente, i pensieri che noi formuliamo ogni giorno, determinano ciò che realmente sarà: con le pratiche meditative e di autoipnosi si può stimolare anche a livello nervoso, quella facoltà.

Lo chiamano “nervo zero”, un nervo cranico quasi invisibile perché addossato al primo; altri lo chiamano terzo occhio, io la chiamo immaginazione.

Immaginare di sintonizzarsi su quel tipo di risultato, immaginare quel tipo di casa che tanto desideriamo, immergersi e immaginare la guarigione o solo percepire uno stato di benessere, apprezzando il momento, apprezzando i segnali, ascoltando il profumo del vento, assaporando il sole primaverile e nei momenti bui ricordarsi tutto questo.

Cosa mai altro potrà servirci? Creiamolo, diamo l’intenzione e lasciamola andare nel “campo”, lasciamo che accada …questa è la vera magia.

La logica vi porterà da A a B, l’immaginazione vi porterà dappertutto.” (Albert Einstein)

In floriterapia esistono due fiori speciali uno dedicato ad apprezzare il presente e l’altro notare e apprezzare le piccole cose.

Il fiore dell’accettazione del presente e fiducia nel futuro: Sunshine Wattle

Questo rimedio aiuta ad accettare e godere del presente sviluppando fiducia nel futuro. Favorisce l’accettazione della gioia e della bellezza del presente, per chi è rimasto intrappolato nel passato. Quante volte rimaniamo intrappolati nel passato e ci ripetiamo: “E se quella volta avessi fatto… detto… pensato… ora chissà cosa farei o dove sarei”!?

Questo stato purtroppo con l’andare del tempo genera ansia, un malessere che non aiuta a guardare oltre, ad avere una visione positiva di ciò che si ha nel presente per poi sviluppare apertura, fiducia nei progetti futuri. Dona infatti ottimismo e fiducia nelle infinite possibilità.

È indicato per coloro che rimangono invischiati nel passato e a livello energetico generano la stessa energia negativa nelle attività presenti: spesso queste persone non sentono speranza e tutto ciò che percepiscono è che la vita è dura o una grande battaglia.

È altresì indicato per chi sogna ad occhi aperti e pensano ai tempi felici del passato senza pensare che l’abbondanza universale è sempre presente e siamo noi a generarla.

Arriva in studio un signore di una certa età con una certa nostalgia dei suoi tempi, quando si lavorava di più e meglio, quando i rapporti con le persone erano più schietti e bastava stringersi la mano invece di tanti contratti scritti.

Mi chiedo: è proprio tutto da buttare o riusciamo a guardare il mondo sotto altre prospettive e trovare ciò che si addice alle nostre esigenze?

Sunshine aiuta e sta a noi decidere quando cambiare per il meglio senza continuare a lamentarsi: è il fiore dell’acacia australiana e assomiglia ad un sole, piccoli soli simili alla mimosa, grappoli di 6-15 fiorellini con lunghi stami gialli contenenti molto polline.

Il fiore della gioia di vivere e la riconoscenza per quello che abbiamo: Pink Flannel Flower

Questo fiore è molto piccolo, i suoi petali sono al tatto simili alla flanella: è una pianta molto rara, simile ad una margherita, racchiude l’energia del cuore cosa che è attribuita al colore rosso del suo centro.

Permettere di essere riconoscenti di ciò che si possiede e di tutti gli aspetti della vita che sperimentiamo in noi: ci dona l’opportunità di apprezzare e godere le piccole cose, ogni momento tenendo vitale la gioia di vivere.

Ha grande affinità con i bambini, infatti, induce a rispolverare la spensieratezza e leggerezza infantili, mantenere il cuore aperto: le parole dolci e amorevoli verso noi stessi in primis e poi verso gli altri generano un campo di gratitudine e gioia.

Questo fiore permette di vedere il lato positivo delle cose e valutare le cose che arrivano con un’altra angolatura: ogni cosa avviene a suo tempo, e se non avviene c’è sempre un motivo.

Tutto è perfetto così com’è, nel bene e nel male.

Doc S.

Please follow and like us:
error